Admiral Nakhimov, la nave più potente del mondo (storia di un nome)

La rivista statunitense Military Watch ha definito l’incrociatore nucleare russo Admiral Nakhimov la nave più potente del mondo, notando che la modernizzazione della nave non solo ha esteso la sua durata in servizio, ma ha anche aumentato il suo potere di combattimento.

Nel corso della modernizzazione, l’incrociatore nucleare russo Admiral Nakhimov è stato equipaggiato con il più recente sistema antiaereo S-400, che è andato a sostituire il sistema S-300 precedentemente montato sulla nave. Adesso la nave dispone di 96 cannoni antiaerei: il più grande arsenale disponibile oggi sulle navi da guerra.

Grazie a questo pesante armamento questo incrociatore è quasi invulnerabile agli attacchi aerei.The National Interest ha definito gli incrociatori russi Pyotr Veliky, Admiral Nakhimov, Kirov e Admiral Lazarev i più letali nella storia della marina.

Per quanto riguarda le armi offensive, l’Admiral Nakhimov è equipaggiato con missili da crociera Granit P-700, con un’autonomia di 625 km. Questi missili possono trasportare una testata da 750 chilogrammi in grado di colpire le grandi navi nemiche, come, ad esempio, i cacciatorpedinieri americani della classe Arly Burke e gli incrociatori del tipo Ticonderoga.

 

 

L’ammiraglio Nakhimov (russo: Адмирал Нахимов), era un incrociatore corazzato della Marina imperiale russa durante la guerra russo-giapponese. 

Il 31 agosto la nave passeggeri Admiral Nakhimov è affondata nel Mar Nero a poca distanza dal porto di Novorossijsk, portando con sé 423 vite. È stata una tragedia che ha colpito nel profondo tutta l’Unione Sovietica e che ancora oggi perseguita Odessa.

 

Admiral Nakhimov Monument

L’ammiraglio Pavel Nakhimov, uno degli ammiragli più acclamati della storia russa, sconfisse la flotta turca durante la guerra di Crimea del 1853.

Presented by Romano Pisciotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *