Saxonia – Carmania – Leonid Sobinov

La Saxonia è stata la prima delle quattro navi gemelle costruite da Cunard tra il 1954 e il 1957: – Saxonia – Ivernia – Carinzia – Sylvania

Saxonia è stata costruita nel 1954 da John Brown & Co, Clydebank. Ha segnato l’inizio di un programma di ricostruzione di 90000 tonnellate per Cunard.

Le quattro navi erano destinate principalmente al servizio canadese e le loro dimensioni erano determinate dalla St Lawrence Seaway. Durante l’estate avrebbero navigato verso il Quebec e Montreal, e in inverno (quando il St Lawrence Seaway è ghiacciato) verso Halifax e New York.

 

Saxonia fu varata il 15 febbraio 1954 e il 2 settembre dello stesso anno iniziò il suo viaggio inaugurale da Liverpool al Quebec e Montreal.
Nel novembre 1954, Saxonia passò alla sua rotta invernale da Liverpool ad Halifax e New York. Nel 1957, la Saxonia salpò da Montreal per Southampton, anziché per Liverpool. Molte delle sue crociere includevano poi Le Havre, per attingere al mercato europeo, mentre sua sorella Ivernia faceva spesso scalo a Rotterdam. Nell’inverno del 1958, le crociere della Sassonia furono effettuate dal Tamigi. Nel gennaio 1962 era di nuovo a Liverpool, diretta a New York.

La fine degli anni ’50 fu anni di boom per Cunard e Saxonia ebbe inizialmente molto successo, tuttavia, il volo aereo stava diventando sempre più la modalità dominante dei viaggi transatlantici e Cunard annunciò una significativa perdita finanziaria nel giugno 1962. Fu annunciato che la Sassonia e l’Ivernia sarebbero state ricostruite a John Browns per renderle più adatte alla crociera. Saxonia aveva completato 116 viaggi di andata e ritorno attraverso l’Atlantico quando fu rimandata dai suoi costruttori nel settembre 1962, riapparendo come Carmania nella livrea verde da crociera di Cunard. Gli interni erano stati ristrutturati e un nuovo lido era stato costruito sui ponti di poppa, in sostituzione dei portelli di carico di poppa. la capacità passeggeri era stata ridotta a 117 di prima classe e 764 di classe turistica, e l’aria condizionata era stata installata ovunque. Sua sorella Ivernia la raggiunse come Franconia poco dopo.

Nonostante le modifiche apportate per le crociere, Carmania rientrò in servizio sulla rotta del Nord Atlantico nell’aprile del 1963. Ha navigato con successo per tutta l’estate ed è passata al suo itinerario di crociera programmato da Port Everglades in inverno.

Altre navi della flotta Cunard, inclusa la Queens, furono inviate da questo momento in crociere sperimentali.

Le successive sorelle, Carinzia e Sylvania, avevano continuato il servizio transatlantico tutto l’anno. Il numero dei passeggeri stava diminuendo, soprattutto in inverno, e Sylvania fu inviata in crociera da Liverpool nel febbraio 1965, nonostante non fosse adatta a tale lavoro. La Carinzia seguì l’esempio durante la sua prima crociera invernale nel gennaio 1966. Il maggio 1966 vide lo sciopero nazionale dei marinai nel Regno Unito. Tutte e quattro le sorelle furono colpite dal fermo, trattenute a Southampton o Liverpool.

 

 

I servizi sono stati ripresi a luglio, ma lo sciopero ha avuto un effetto devastante sulle finanze di Cunard. L’anno successivo, il 1967, fu annunciato il ritiro di tutte le navi Cunard tranne Carmania, Franconia e la nuova Queen Elizabeth 2. Carmania fu utilizzata esclusivamente per la crociera dopo un’ultima estate sull’Atlantico nel 1967 e lo scafo venne pitturato in bianco.

Nel 1970, Cunard ha acquisito una partecipazione del 50% nella Overseas National Airways, che aveva due navi da crociera, formando la compagnia Cunard-ONA. Poco dopo, ONA fu costretta a ritirarsi dall’accordo, lasciando Cunard a continuare da solo. Le navi furono consegnate come Cunard Adventurer e Cunard Ambassador.

Nel 1971, Cunard è stata rilevata da Trafalgar House. Pensarono di migliorare la Carmania e la Franconia, ma decisero che sarebbe stato troppo costoso e le navi furono ritirate e messe in vendita, per essere sostituite dal nuovo Cunard Adventurer e Cunard Ambassador. La Franconia partì per la sua ultima crociera alle Bermuda il 2 ottobre 1971, mentre l’ultima crociera di Carmania lasciò Napoli per Southampton il 24 ottobre, arrivando il 31, ultimo giorno delle quattro sorelle in servizio Cunard.

Carmania e Franconia rimasero a Southampton per sette mesi, quando furono trasferite sul fiume Fal, dove si unirono alla Croce del Sud che era stata ritirata poco dopo di loro.

Si tentò una vendita a Ted Arison per la sua neonata Carnival Cruises, ma non fu possibile raggiungere un accordo.

Carmania e Franconia alla fine iniziarono nuove carriere sotto la falce e martello come Leonid Sobinov e Fedor Shalyapin. Le sorelle hanno ricevuto pochissimi cambiamenti interni prima di iniziare una variegata carriera come navi da crociera sovietiche, viaggiando in tutto il mondo.

Dopo lo scioglimento dell’Unione Sovietica nel 1989, le sorelle sono diventate di proprietà dell’Ucraina, anche se nominalmente appartenenti a holding maltesi. Le loro condizioni sono peggiorate negli anni successivi. . Leonid Sobinov è stata distrutta nel 1999.

 

 

Traduzione di Romano Pisciotti

3 comments on Saxonia – Carmania – Leonid Sobinov

    1. Non so se è nostalgia, ma ho l’impressione che il just in time e il low cost sono stati gli strumenti per una sfrenata globalizzazione dove “tutto si crea e tutto si deve distruggere”

  1. Quello che affermi lo condivido, ma oggi è così . Si deve consumare per produrre , tutte le cose che si costruiscono oggi hanno nel loro dna la data di scadenza ,dopo di che , le devi buttare perché nessuno più le ripara, non conviene dicono , meglio comprarla nuova , spendi meno !!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *