5 dicembre alle ore 12

Sono 95 i giorni passati dal sequestro in Libia dei 18 marittimi a bordo di Antartide e Medinea, i due pescherecci attaccati da una motovedetta libica e portati al porto di Bengasi. Tre mesi lontani dalle proprie madri, dalle figlie e dalle mogli. Purtroppo però dalle istituzioni italiane non c’è al momento nessuna soluzione in vista e tutto tace.

5 dicembre alle ore 12, tutte le marinerie italiane si fermeranno per un minuto e faranno suonare le sirene delle loro imbarcazioni per manifestare la propria solidarietà nei confronti dei colleghi di Mazara del Vallo, prigionieri da oltre 3 mesi in Libia.

 

L’Europa ha incredibilmente dichiarato che non è un problema di sua competenza…

 

Romano Pisciotti: L’Italia non è più una potenza mondiale, ma l’Europa segna i suoi limiti nella politica estera.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *