« Hai mai studiato l’astronomia? » domandò il professore.
« Non posso dire di averlo fatto », rispose il mistico.
« Allora hai sprecato gran parte della tua vita. Conoscendo le costellazioni, un abile capitano può guidare una nave intorno all’intero globo ».
Qualche minuto più tardi l’erudito chiese:« Hai mai studiato metereologia? ».
« No, non l’ho studiata ».
« Bene, allora hai sprecato gran parte della tua vita », lo rimbrottò l’accademico.« Catturare con metodo il vento può servire a propellere una barca a vela a velocità stupefacenti ».
Dopo qualche istante il tipo chiese:« Hai mai studiato oceanografia? ».
« Nient’ affatto ».
« Ah! Che spreco di tempo! Avere la consapevolezza delle correnti marine ha aiutato molti popoli dell’ antichità a reperire cibo e riparo ».

Dopo alcuni minuti Nasrudin cominciò a dirigersi verso la poppa della nave.
Strada facendo con noncuranza chiese all’accademico:« Hai mai studiato nuoto? ».
« Non ne ho avuto il tempo », rispose il professore con alterigia.
« Allora hai sprecato tutta la tua vita, la nave sta affondando ».

 

Tratto da “ Il segreto di Pulcinella—il miracolo della semplicità ” di Alan Cohen, Ed. Futura

Questo dimostra come nella vita giunge il momento in cui vivere la verità sia più importante che cercarla.
È questo che fà la differenza nelle nostre vite, l’azione, non solo il pensiero, non solo la riflessione.
Certo che il pensiero e la riflessione hanno un ruolo fondamentale, ci indicano la strada: senza sapere dove andare non ci rimarrebbe che continuare a sbandare per ritrovarci poi chissà dove, ma se pensate di poter passare i giorni che vi rimangono a riflettere sul senso della vita senza avere la seppur minima idea di viverla nello stesso tempo, come l’enfatico intellettuale della nostra storia, avrete sprecato gran parte del vostro tempo, questo è il segreto più grande.