IL PIÙ FAMOSO RECUPERO DI TUTTI I TEMPI

 

1928:

Inizio delle ricerche del transatlantico Egypt, affondato con un notevole carico d’oro e argento il 19 maggio 1922 dopo una collisione con il piroscafo Seine in rotta da La Palice a Le Havre.

 

Egypt

 

1928-1932:

Dopo quattro anni di ricerche  si conclude l’impresa del recupero del famoso tesoro dell’Egypt (7 tonnellate d’oro e 40 d’argento) con grande risonanza sulla stampa internazionale. Là dove le più importanti società di recuperi marittimi europei non erano riuscite neppure ad individuare il relitto dell’Egypt, riuscirono nell’impresa i Palombari viareggini dell’Artiglio.

L’Artiglio era una nave recuperi a vapore (Piroscafo) della società armatrice SO.RI.MA (Società Ricuperi Marittimi) di Genova fondata l’11 ottobre 1926 dal commendatore Giovanni Quaglia con capitale sociale di 1.309.500 lire, che cessò l’attività intorno al 1960. La SO.RI.MA. che era nata per il recupero dei carichi delle navi affondate dagli austro-tedeschi durante la Prima guerra mondiale aveva una discreta attività se già nel 1927 si era assicurata l’esclusiva delle allora modernissime attrezzature fabbricate dalla tedesca Neufeldt & Kuhnke per lavori fino a -40m di profondità, e nel 1928 stipulato la convenzione, approvata dal Senato del Regno, per l’esclusiva del recuperi dei carichi dalle navi affondate durante la guerra, per dieci anni.

 

“Dalla gloriosa marineria viareggina, conosciuta in tutti i mari del mondo, nacquero i palombari dell’Artiglio
che indagarono gli abissi profondi del mare svelandone i tesori e i segreti”.

 

Fondazione Artiglio Europa
tel. 0584/969650 – fax 0584/969655 www.premioartiglio.it Grazie per la gentile attenzione

Francesco Sodini Presidente

Presented by Romano Pisciotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *