Mina: “La nave”

 

Non è del mare che ho paura
Ma una nave come questa
Non si può mai dire dove va
Forse il vecchio è stanco
Troppi figli e notti in bianco
Che oramai non ne può più
Appena siamo in mare, ci prende e ci butta giù

Eppure lo chiamiamo ancora
Dopo secoli che questa nave la governiamo noi
Certo è già ubriaco in qualche bettola da poco
E non si salpa se non c’è
Altri come lui sulla piazza non ce n’è

Portaci via
Fuori da qui
Signor capitano
Purché si vada lontano

Portaci via
Fuori da qui
Signor capitano
Purché si vada lontano

Ci inventeremo qualche scusa
Per nascondere gli errori, mentiremo
Soprattutto a noi
Viene da lontano questo vento americano
Non c’importa dove va
Basta che trascini questa nave un po’ più in là

Portaci via
Fuori da qui
Signor capitano
Purché si vada lontano

Portaci via
Fuori da qui
Signor capitano
Purché si vada lontano
Tienimi con te

 

Presented by Romano Pisciotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *