“Quaranta Ruggenti”

Quando si naviga alle basse latitudini dell’oceano l’intensità del vento è talmente forte che può diventare assordante, come un ruggito continuo che impatta su albero, vele e sartie spaventando anche il più esperto dei navigatori.

È questo il regno dei cosiddetti “Quaranta Ruggenti”. L’espressione “Quaranta Ruggenti” (Roaring Forties, come dicono gli anglosassoni) si riferisce infatti ai venti furiosi delle latitudini oltre i 40° ed è stata coniata dagli inglesi all’epoca dei grandi velieri che passavano per Capo Horn.

Sono i venti che soffiano lungo le fasce di oceano più estreme delle latitudini australi, zone dove l’aria fredda dell’Antartide e quella calda degli oceani si mescolano originando intense depressioni atmosferiche amplificate dalle scarse terre emerse.

 

 

Il più bello dei mari

 

Romano Pisciotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *