Ritratto d’ignoto marinaio

È il secondo sorriso più famoso al mondo, dopo la Gioconda, il ritratto d’uomo o Ritratto d’ignoto marinaio, un dipinto a olio su tavola (31×24,5 cm) autore Antonello da Messina, datato tra il 1460 e il 1476 ed è (almeno così sino a oggi ci ha raccontato la storia) un dono che il barone filantropo Pirajno di Mandralisca, che mostrò grande interesse per la pittura, ricevette durante uno dei suoi viaggi a Lipari.

Il Barone si trovò di fronte una piccola tavola con dipinto un uomo dal profilo marcato, con uno strano sorriso sulle labbra. Un sorriso ironico, pungente e nello stesso tempo amaro, come se dietro quell’espressione c’era un mondo interiore da esplorare. Un sorriso beffardo di chi conscio del presente intuisce il futuro, una tavola misteriosa che custodisce ancora oggi segreti.

 

Romano Pisciotti: forse tutti i marinai hanno uno strano sorriso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *