SYRACUSIA, THE LARGEST SHIP OF ANTIQUITY – LA PIU’ GRANDE NAVE DELL’ANTICHITA’-

Attorno al 240 a.C. il tiranno di Siracusa Gerone II decise di rispondere alla supremazia culturale facendo costruire la Siracusia, la più grande nave dell’antichità. Il suo varo fu una dimostrazione di ricchezza della città.

Da “Le macchine del mondo antico” di Giovanni Di Pasquale:

“[La Siracusia] venne realizzata grazie alla collaborazione tra tre diversi esperti, oguno dei quali addetto a uno psecifico compito… la quantità di legno utilizzata era equivalente a quella normalmente sufficiente per sessanta imbarcazioni di stazza normale; i tre giganteschi alberi della nave vennero realizzati cercando tra i boschi della Calabria e per trasportarli fino a Siracusa si fece necessario il ricorso a un esperto, un certo Phileas di Taormina. Per la costruzione dell’enorme scafo venne scelto Archia della madrepatria Corinto… I problemi di galleggiamento, invece, vennero affidati ad Archimede, che nei suoi studi aveva già affrontato e risolto la questione del cambiamento del centro di gravità della nave man mano che la fabbrica avanzava con conseguente aumento del peso complessivo. L’imbarcazione aveva tre piani separati sostenuti da enormi statue raffiguranti Atlante. All’interno vi erano terme e sistemi di riscaldamento basati sulla circolazione dell’aria calda, libera di scorrere dentro percorsi opportunamente costruiti… vi era poi un apparato difensivo imponente, composto da arpioni sui lati per agganciare le navi nemiche, otto enormi torri da assedio con catapulte e relativi proiettili all’interno e inoltre una macchina capace di lanciare pietro del peso di 30 talenti e dardi lunghi 20 cubiti. Della gigantesca imbarcazione faceva parte anche una biblioteca il cui soffitto era decorato con un cielo stellato e all’interno della sala una meridiana completava i riferimenti all’astronomia.” La nave aveva un equipaggio di 400 soldati, portava fino a 100 passeggeri e aveva un capacità di carico di oltre 1000 tonnellate.

 

PRESENTED BY ROMANO PISCIOTTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *